Young Adult: quattro graphic novel da non perdere!
Condividi
  • 5
    Shares

Chi non ricorda con un pizzico di nostalgia quei pigri pomeriggi di fine agosto in cui ci si sente già grandi e si progetta il futuro, tra sogni che scalpitano per essere realizzati.

Se è vero che ogni età ha le sue storie, oggi amici di Storybox, vi vogliamo suggerire alcuni titoli perfetti per questi pomeriggi, per questi sogni!

Cattive ragazze (Assia Petricelli, Sergio Riccardi) è una graphic novel per ragazzi e ragazze – ma siamo sicuri che anche chi ha qualche anno in più la troverà una lettura interessante e stimolante – che raccoglie 15 eccellenti biografie di donne autonome, coraggiose e anticonformiste. Per raccontarvene una: lo sapevate che Hedy Lamarr non solo era la donna più pagata di Hollywood ma anche un’importante scienziata?

Se avete voglia di sognare ad occhi aperti luoghi lontani in cui tutto può succedere, allora davvero non potete perdervi la lettura di Il suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua.  Gli ingredienti ci sono tutti: una storia d’amore, gli stupendi scorci tratteggiati di New York… che altro volere di più per perdersi in un sogno ad occhi aperti? Certo, la storia è complessa e probabilmente non vi sembrerà adatta ad un pubblico più giovane, tuttavia noi crediamo che ci siano racconti in grado di aprire gli occhi e ispirare sensibilità nuove. Questo è uno di quei racconti e, ogni tanto, queste storie vanno vissute con la leggerezza di chi guarda il mondo con occhi nuovi per la prima volta.

Doomboy (Tony Sandoval) è quel che si dice un piccolo gioiello. Attraverso un immaginario tanto delicato quanto intenso il suo autore, pagina dopo pagina, ci racconta una storia su come imparare a dire addio durante quel complesso periodo che è l’adolescenza.

Enid e Rebecca sono  invece le due protagoniste di Ghost World,  la graphic novel firmata da Daniel Clowes e tradotta da E. Fattoretto. Loro sono due adolescenti della “generazione X” che non possono sfuggire a quel fatidico momento in cui diventa necessario scegliere quale strada iniziare a seguire nella vita… una decisione paralizzante, è vero, ma la strada per diventare adulti non può aspettare e anche se spaventa non si può non iniziare a percorrerla!

Cari lettori vi abbiamo convinto? Noi di Storybox abbiamo spulciato per bene nelle nostre librerie, ma ora vogliamo conoscere la vostra opinione e, perché no, i vostri suggerimenti!

Leave a reply