Immagini e sentimenti: quando le graphic novel disegnano emozioni
On 11/05/2018 | 0 Comments | graphic novel, Suggerimenti | Tag:, , ,
Condividi
  • 3
    Shares

Il mondo dei sentimenti e delle emozioni è un mondo meraviglioso tanto quanto misterioso. Insieme, amici di Storybox, abbiamo mosso i primi timidi passi in un percorso alla scoperta di quanto i libri possano essere uno strumento utile a comprendere ciò che accade dentro di noi. Vi abbiamo suggerito letture irriverenti e piccoli libri adatti a piccoli lettori. Oggi, invece, vogliamo portarvi alla scoperta dei sentimenti che fanno capolino dalle pagine illustrate. È possibile riuscire a raccontare la sfera emotiva senza utilizzare troppe parole e affidandosi a immagini e colori? Noi crediamo di si… e siamo sicuri che riusciremo a convincere anche voi!

La prima graphic novel di cui vi suggeriamo la lettura tratta dell’argomento più antico del mondo: l’amore. Forse l’amore (Silvia Vecchini e Sualzo) racconta la storia di due ragazzi adolescenti che, per la prima volta, vengono sorpresi dalla magia dell’innamoramento. Tra batticuori, dubbi e innocenza le pagine scorrono veloci a ricordarci della meraviglia di un sentimento così puro che lascia sorpresi nell’incontro con l’altro. Si tratteggia così un nuovo territorio emotivo che deve essere attraversato scegliendo di lasciarsi guidare solo dall’emozione.

Caratterizzato da una delicatezza e sensibilità senza pari è Quando tutto diventò blu di Alessandro Baronciani. Ci sono temi di cui è difficile parlare, tra questi ansia e attacchi di panico. Baronciani riesce ad accompagnarci attraverso un’emotività fragile con un’abilità rara, facendoci conoscere il personaggio di Chiara – la protagonista – dall’interno. La sua messa a nudo nella narrazione ci avvicinerà, pagina dopo pagina, anche a noi stessi, alle nostre paure, ai piccoli timori quotidiani che dobbiamo imparare ad affrontare per concludere ogni giornata sentendoci sempre un pochino più forti.

 

Amicizia, scoperta di se stessi e degli altri, relazioni sono tra i temi di E la chiamano estate (Mariko Tamaki e Jillian Tamaki). Intensa e coinvolgente, questa graphic novel racconta di quel limbo di sensazioni e sentimenti che esplodono man mano che si inizia a crescere e ad avvicinarsi al mondo degli adulti. Attraverso il confronto tra età diverse si inciampa nelle riflessioni sulla natura dei rapporti umani e nell’importanza di una comunicazione profonda e sincera. Tutto avviene durante le avventure di una lunga estate, una di quelle stagioni che tutti abbiamo vissuto almeno una volta e in cui ci farà piacere ripiombare per il tempo di una lettura.

 

E voi amici, quali sentimenti avete trovato tra le pagine della vostra graphic novel preferita? Raccontatecelo, non vediamo l’ora di saperlo!

Leave a reply